STRANIERO IN ITALIA
Cittadinanza Italiana

La cittadinanza italiana è uno status del cittadino in base al quale l’ordinamento giuridico italiano riconosce la pienezza dei diritti civili e politici. La cittadinanza italiana è trasmessa secondo il principio dello “ius sanguinis” da genitore a figlio. Pertanto può essere acquisita automaticamente per nascita o adozione da almeno un genitore cittadino italiano.

Può essere altrimenti acquisita:

– per elezione se si nasce in Italia da cittadini stranieri ma vi si risiede legalmente e ininterrottamente per 18 anni. La richiesta va fatta presso il Comune di residenza entro un anno dal compimento della maggiore età

– per naturalizzazione, dopo 10 anni di residenza legale in Italia. Il termine è ridotto a 3 per i cittadini nati in Italia, 4 anni per i cittadini dell’Unione Europea, 5 anni per gli apolidi e rifugiati e per i cittadini stranieri maggiorenni adottati da cittadini italiani.

– per matrimonio o unione civile con un cittadino italiano dopo 2 anni di residenza in Italia o dopo 3 anni dalla data del matrimonio o unione civile, se residente all’estero (termini ridotti della metà in presenza di figli nati o adottati dai coniugi)

Si può presentare la domanda di concessione della cittadinanza italiana esclusivamente ON LINE, registrandosi sul portale del Ministero dell’Interno. Il Patronato Acli offre consulenza sulla modalità di presentazione dell’istanza oltre a verificare il possesso dei requisiti utili alla richiesta.

CHIAMA

il nostro call center.

Interno 2 e poi interno 1

SCRIVICI DA QUI: